PIANO DI FORMAZIONE DOCENTI 2016 – 2019

Il comma 124 della Legge 107/2015 stabilisce che “nell’ambito degli adempimenti connessi alla funzione docente, la formazione in servizio dei docenti di ruolo è obbligatoria, permanente e strutturale”, in quanto strumento strategico fondamentale per lo sviluppo e la qualificazione professionale, per il miglioramento dell’organizzazione e dell’efficienza, per il necessario sostegno agli obiettivi di cambiamento, per un’efficace politica di sviluppo delle risorse umane attraverso qualificate iniziative di prima formazione e formazione in servizio. Lo sviluppo professionale dei docenti deve essere inteso come un processo sistematico e progressivo di consolidamento ed aggiornamento delle competenze, che permetta di realizzare, attraverso la crescita dei singoli e la loro valorizzazione personale e professionale, il miglioramento dell’istituzione scolastica nel suo complesso e, conseguentemente, dei risultati degli studenti.

Per fare questo e per raggiungere gli obiettivi correlati alla ricaduta della formazione nell’ambito dell’insegnamento, è necessario adottare degli standard professionali chiari e definiti, il cui raggiungimento rende indispensabile l’introduzione, per il singolo docente, di un “portfolio professionale”, che permetterà di documentare la propria storia formativa.

“La sua elaborazione, inoltre, aiuterà i docenti a riflettere sulla propria attività didattica e sul proprio modo di progettare e realizzare l’insegnamento, consentendo a ciascuno di individuare ed esplicitare i campi di attività e le competenze professionali attraverso cui fornire il maggior apporto all’istituzione scolastica, in relazione alla specifica realtà”.

Il PORTFOLIO PROFESSIONALE DEI DOCENTI consente di valutare la qualità della formazione effettuata, attraverso un’analisi delle seguenti caratteristiche:

· la tipologia dei percorsi frequentati

· le modalità di formazione

· i contenuti di formazione

· i percorsi di formazione all’estero

· l’utilizzo delle risorse

· il report narrativo del percorso formativo svolto e delle considerazioni relative allo svolgimento e la ricaduta sulle pratiche in classe e nell’istituzione scolastica

· l’autovalutazione del percorso

· la partecipazione al progetto formativo della scuola

Il “PIANO PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI 2016-2019” indica le prioritàdella formazione e le fa rientrare in: Competenze di sistema, Competenze per il 21mo secolo e Competenze per una scuola inclusiva.

Esso, inserito nell’aggiornamento annuale del PTOF e deliberato in sede collegiale, tiene conto delle esigenze formative espresse dai docenti, i quali hanno basato il loro PIANO DI SVILUPPO PROFESSIONALE su tre macro aree:

· Area delle competenze relative all’insegnamento (DIDATTICA)

· Area delle competenze relative alla partecipazione scolastica (ORGANIZZAZIONE)

· Area delle competenze relative alla propria formazione (PROFESSIONALITA’)

Il PIANO DI SVILUPPO PROFESSIONALE, costituito da Unità Formative sul modello dei CFU universitari, che il “Fraccacreta”, scuola capofila della rete per la formazione “Insieme per apprendere”, intende promuovere nel triennio di riferimento è il seguente:

AMBITI DI FORMAZIONE

ATTIVITA’ FORMATIVE

 

COMPETENZE DI SISTEMA

-Bilancio delle competenze

-Didattica per competenze ed innovazione metodologica

-Sperimentazione e diffusione di metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa

 

COMPETENZE PER IL 21MO SECOLO

-Corso di lingua inglese finalizzato alla certificazione Trinity di livello B1

-Corsi di informatica relativi a: nozioni di base; Google Drive e ambiente Cloud; uso delle piattaforme e-learning

-Scenari e processi didattici per l’integrazione del mobile, gli ambienti digitali e l’uso di dispositivi individuali a scuola (BYOD)

 

COMPETENZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA

-Dislessia 2.0. Soluzione Digitale

- Modello ICF-CY

 

Saranno inoltre oggetto di formazione/aggiornamento:

· la sicurezza a scuola (D. Lg 81/2008) e la tutela della privacy;

· prevenzione del disagio e dei comportamenti a rischio in rete con la ASL e le scuole del territorio.

Per realizzare tali obiettivi si agirà su tre fondamentali linee:

· organizzare corsi interni, predisposti dall’Istituto, per favorire uno sviluppo professionale proattivo con particolare attenzione alla promozione di approcci e culture nuove nei confronti del proprio ruolo e dei compiti ad esso connessi;

· favorire la partecipazione a corsi esterni che rispondano ad esigenze formative del sistema scolastico nel suo complesso;

· rispondere alle iniziative promosse dal MIUR e dalla Rete di Ambito.

Per quanto invece attiene alle esigenze formative del PERSONALE ATA si individuano i seguenti ambiti di riferimento:

· la sicurezza a scuola (D. Lg 81/2008) e la tutela della privacy;

· competenze informatiche di base ed avanzate;

· corso di inglese base ed avanzato;

· l’informatizzazione delle pratiche amministrative nell’ambito della dematerializzazione dei documenti prodotti dalla Pubblica Amministrazione.

                                                                                              

IL DIRIGENTE SCOLASTCO

Prof.ssa Filomena Mezzanotte

 

PIANO PER LA FORMAZIONE DOCENTI 2016-2019

 

 

Albo on line

albo on line

 

Amministrazione Trasparente

amministrazione trasparente

 

Accesso al Registro Elettronico

Statistiche

Visite agli articoli
1588138
Go to top