PREMIATO L’IMPEGNO DEL FRACCACETA CON UN NUOVO PROGETTO ERASMUS+

 

Al termine di una brillante esperienza nell’ambito dei partenariati strategici Erasmus+, che ha portato 20 dei nostri studenti e 9 docenti in mobilità attraverso diversi paesi europei, l’impegno del FRACCACRETA nella promozione degli scambi culturali è stato nuovamente premiato con l’approvazione di un progetto in qualità di scuola coordinatrice.  L’obiettivo del progetto, dal titolo “Culture enriched  with migration” mira a promuovere l’attitudine al dialogo interculturale che consenta di approcciare le culture “altre” con rispetto e comprensione per costruire ponti che possano demolire le barriere del pregiudizio e possano trasformare le differenze in somiglianze alla scoperta delle comuni radici e della ricchezza che da questo processo scaturisce. Il Sud d’Europa (Italia, Turchia, Spagna, Portogallo, Grecia accomunati da una recente intensa storia di migrazione) incontra il Nord (Danimarca) per un confronto sulle tematiche più controverse del momento: il razzismo, la xenofobia, il pregiudizio, l’esclusione sociale, la violazione dei diritti umani, la cultura dell’accoglienza e della pace. Durante il Kick- off meeting del progetto, al quale ha partecipato la referente prof.ssa Tartaglia e che ha avuto luogo a Istanbul dal 26 al 30 settembre 2017, è stato definito il piano dettagliato delle attività e il calendario degli incontri in un clima di convivialità che ha confermato la già nota calorosa ospitalità del popolo turco. Un esperto team di docenti ha condotto i rappresentanti delle istituzioni partner nei luoghi di maggiore interesse storico, culturale e religioso. Le classi seconde, terze e quarte dell’istituto, guidati dai docenti di lingua inglese che costituiscono il team di progetto, stanno sviluppano le tematiche e preparando i lavori che saranno oggetto del prossimo incontro a Pamplona dal 21 al 27 gennaio 2018 al quale parteciperanno tre alunni e due docenti. Un’iniziativa di importanza rilevante sia da una punto di vista dello scambio linguistico ma soprattutto di quello culturale. L’incontro con coetanei di altre scuole di altre nazioni profondamente diverse, seppur accomunate dal  denominatore dell’Europeismo, è sempre fonte di arricchimento personale e lo scambio ha sempre risvolti positivi sul senso di accoglienza dell’ “altro” da se. Il non avere confini e barriere di nessun tipo realizza appieno il senso dell’Erasmus+, programma co-finanziato dall’Unione Europea il cui motto è proprio “Unity in diversity”. La partecipazione a tale progetto vuole pertanto fornire, agli studenti che lo desiderino, uno strumento reale di avvicinamento all’Europa Unita che tutti noi, un passo alla volta, dobbiamo portare avanti.

 

Archivio anni precedenti

PON 2014 - 2020

Menu

Albo on line

albo on line

 

Amministrazione Trasparente

amministrazione trasparente

 

Accesso al Registro Elettronico

Statistiche

Visite agli articoli
1867435
Go to top